“Portami a casa”

(di Nicoletta Tamberlich) ”Papa’ e’ morto”, annuncia Wendy con nonchalance, come se fosse gia’ successo prima, come se succedesse ogni giorno. Puo’ dare veramente sui nervi questo suo modo di fare, il suo restare perfettamente imperturbabile sempre e comunque, persino di fronte alla tragedia. ”E’ morto due ore fa”. ”Come sta mamma?”: ”mamma e’ mamma, sai? Ha voluto sapere quanto … Continua a leggere