‘Vite di carta’

Le ‘vite di carta’ sono quelli degli ebrei stranieri internati in Italia dal fascismo durante le persecuzioni razziali e la guerra. ‘Vite di carta’ perché le loro esistenze tornano alla luce quasi esclusivamente attraverso i documenti custoditi nei documenti d’ archivio. Quelli di cui racconta Pizzuti sono gli ebrei internati a San Donato Val Comino un paesino della provincia di … Continua a leggere