‘Mai sono stata tranquilla’

La ”vecchietta’ che muore in un appartamento di Montesacro a Roma il 25 novembre del 1965 soffia nell’aria una sola parola ‘Mamuska’, mamma in russo. Dall’ultima volta che l’aveva vista sono passati 60 anni. Forse Angelica Balabanoff deve proprio a quella madre arcigna e severa tutto il suo ardore di ribelle e di rivoluzionaria. Agli inizi del secolo infatti fu … Continua a leggere