‘Le donne di Balthus’

Libro del giorno: Il mistero delle donne di Balthus

 

Cosa si nasconde dietro la Chambre di Balthus? Un fatto di sangue? Un atto di violenza sessuale? Lo stesso artista, scomparso nel 2001, non ha mai smentito, giocando ad alimentarne il mistero tra le pieghe delle atmosfere metafisiche e il magico realismo della sua celebre opera. E ora quell’arcano ritorna tra le pagine del romanzo di esordio di una scrittrice cagliaritana, Valentina Neri. ‘Le donne di Balthus’, edito da Arkadia, terzo classificato al Premio letterario Francesco Alziator, é un mistery, una favola nera, un testo impregnato d’arte e di esoterismo.

L’autrice immagina che l’opera del pittore francese di origini polacche (1908-2001) rappresenti un delitto e attorno ad esso vi imbastisce una storia dal linguaggio sensuale, suggestivo e per certi versi volutamente retrò. La ricerca dell’assassino è metafora di un’ introspezione interiore, quella ricerca del sé divino da raggiungere seguendo segni, tracce e indizi in una realtà tutta da decifrare, dove niente è affidato al caso. Ci sono tre figure femminili, Selene, «un uragano femminile d’istinti», Ester, una bambina con una sensibilità quasi ultraterrena, Ludovica e un gatto, Balthasar, guardiano dell’aldilà. I loro destini sono legati da presagi onirici e sincronicità junghiane. Ruota attorno a questi elementi il racconto costruito per quadri e con una trama a mosaico dove alla fine tutto si ricompone in un gioco a incastro.

Pagina dopo pagina il lettore attraversa Napoli, Roma, Firenze, Venezia e Parigi con le loro opere immortali, varca il Tirreno per giungere come un naufrago in cerca della rotta, in Sardegna a Cagliari in una misteriosa località’ dal nome evocativo, s,’Inserru, prigione.

Si stagliano sullo sfondo alcune pagine drammatiche della storia d’Italia, l’alluvione di Firenze del 1966 e il colera a Napoli del 1973. Amore, erotismo, suspense, sensualità, arte, maternità, ora desiderata, ora negata ora rifiutata. Valentina Neri, anche poetessa e critica d’arte, in questa opera prima narrativa legge l’arte con la fantasia. In queste 269 pagine che lasciano il lettore col fiato sospeso tra sogno e realtà scorre come un filo rosso la poetica di Balthasar Klossowski De Rola, il pittore che ha indagato l’animo femminile al confine tra infanzia e adolescenza, innocenza ed erotismo.

‘Le donne di Balthus’

di Valentina Neri

(ARKADIA, 272 PAG.; 15 EURO)

‘Le donne di Balthus’ultima modifica: 2014-02-27T04:21:13+00:00da libriforever
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento