‘Qui non crescono i fiori’

ddb8e7a6f81b0a29b162f43a41130a4a.jpgUna scrittura cinematografica, potremmo dire ovviamente, quella di Luca Giordano, nato a Torino nel 1985, diplomato al Centro Sperimentale e, nel 2009, finalista al Premio Solinas. Al suo attivo varie sceneggiature, a cominciare da quella firmata con Ivan Cotroneo del film ‘Amori Elementari’ di Sergio Basso. Salvatore e suo fratello Damiano sono nati su un’isola che il lettore potra’ riconoscere per Lampedusa. Sono cresciuti con il padre, un uomo ruvido che ha una piccola officina meccanica e che ogni tanto cede al vecchio vizio dell’alcol. La madre, Salvatore non se la ricorda, se ne e’ andata quando lui era piccolo, e nessuno gli vuole raccontare nulla di lei. Questi tre uomini sono, nonostante tutto, una famiglia. Intorno a loro ci sono solo mare a perdita d’occhio, un paesaggio brullo che non lascia scampo e un’afa che sembra paralizzare ogni prospettiva, mentre una caletta azzurra incastonata tra le rocce e’ il luogo dei loro momenti di liberta’. I due fratelli, ognuno a modo suo, cercano pero’ una via per evadere da quell’Isola, che incombe su e dentro di loro come una maledizione. Sono in lotta perenne con i propri fantasmi e cercano di ammansirli.

”L’isolamento della famiglia, chiusa tra quattro mura e l’officina, e’ dovuto principalmente al mantenimento di un segreto, quello della scomparsa della madre, che deve rimanere tale a tutti i costi – racconta Giordano – Ho scelto di ambientarlo in un’isola perche’ ho sempre immaginato questa storia come una storia di confine. Nella loro famiglia, chiunque provi a scappare dall’isola e’ destinato a fallire miseramente la fuga o, nel migliore dei casi, a desistere”. Idealmente il confine oltre a cui non possono andare e’ quel punto, al largo, in cui si fermano ogni tanto con la loro barchetta per i pochi momenti di spensieratezza insieme. Oltre a quel punto Salvatore e Damiano non si sono mai spinti. Ognuno cerca un modo per scendere a patti e accettare quella terra aspra e selvaggia. Salvatore, appena adolescente, lo trova in una cascina abbandonata in mezzo ai campi, dove il padre gli ha proibito di andare. Ignorando il divieto, il ragazzino ci si rifugia appena puo’ perche’ sente quel luogo solo suo e vi’ tiene nascosto un segreto: un cane randagio con cui sta tentando di fare amicizia. Salvatore non sa che quel posto custodisce un altro segreto, molto piu’ oscuro, qualcosa da cui il padre ha sempre cercato di proteggerlo.


‘Qui non crescono i fiori’

di Luca Giordano
‘Qui non crescono i fiori’ultima modifica: 2013-08-28T01:10:00+00:00da libriforever
Reposta per primo quest’articolo