La grande casa

1301050057255_8b5a6d287b209d1eaccaff422544dcec.jpgMemorie di un passato rubato, ricostruito grazie a un’enorme scrivania che nasconde i suoi segreti in 19 piccoli cassetti, di cui solo uno non si puo’ aprire. Come risucchiati da un vento impetuoso, storie lontane convergono a New York nella casa di Nadia, scrittrice in affanno lontana dal mondo, chiusa in una solitudine invalicabile ma non ”infelice”.

Sara’ una telefonata di una ragazza, figlia dell’uomo – un poeta cileno scomparso nell’inferno scatenato da Pinochet – amato 25 anni prima, a restituirla al mondo, ma soprattutto a chiederle di avere indietro gli oggetti del padre e tra questi quella scrivania su cui Nadia ha scritto sette romanzi e sul quale sta scrivendo l’ottavo.

”C’era un cassetto – dice Nadia – appena socchiuso, uno dei 19 cassetti grandi e piccoli il cui numero dispari e la cui bizzarra disposizione, mi resi conto in quel momento, sul punto di esserne privata al’improvviso,si erano trasformati in una sorta di ordine guida, per quanto misterioso, della mia vita, un ordine che quando il lavoro andava bene assumeva quasi una natura mistica”.

L’ordine si trasforma rapidamente in disordine e la spiegazione e’ nel fatto che quella scrivania ha la sua storia, anzi tante storie. Come quella di un antiquario di Gerusalemme che da 60 anni sta cercando di entrarne in possesso per ricostruire, pezzo dopo pezzo, lo studio di suo padre saccheggiato dai nazisti a Budapest una notte del 1944. Oppure quella della scrittrice Lotte Berg, fuggita a Londra dalla Germania nazista, che in uno dei cassetti della scrivania ha conservato a lungo un terribile segreto, ignoto pure al marito che l’ha amata a lungo, disperatamente.

Destini lontani che si intrecciano, evocati e mai sopiti, in un’unica storia.

La scrivania, nella sua ”ingombrante presenza” o nella sua ”insopportabile assenza”, incarna sempre piu’ i ricordi, i rimpianti, le debolezze di coloro che l’hanno posseduta.

Nadia e’ una di loro, come tutte le altre, oppresse dal peso di non essere riuscite a trasmettere compiutamente alle persone amate tutto cio’ che hanno sentito.

Nicole Krauss – autrice di ‘Storia dell’amore’ – ha costruito un thriller dei sentimenti, o meglio, del passato che – solo a volte – torna per chiudersi definitivamente.

visualizza_new.html_1531357046.html

La grande casaultima modifica: 2011-04-07T23:58:36+00:00da libriforever
Reposta per primo quest’articolo